0815513454 info@agorass.com
Chi siamo
Consulenza
Contatti
Blog

Disclosure di sostenibilità Italiana Assicurazioni

 Il Regolamento (UE) 2019/2088 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 novembre 2019, relativo all’informativa sulla sostenibilità nel settore dei servizi finanziari (di seguito, SFDR), è stato adottato nel novembre 2019 e modificato nel giugno 2020 con l’adozione del Regolamento (UE) 852/2020 (c.d. Tassonomia delle attività eco-sostenibili). Il SFDR introduce una serie di obblighi di disclosure sull’integrazione dei rischi di sostenibilità e la considerazione degli effetti negativi per la sostenibilità nei processi di investimento Gli obblighi di disclosure hanno un doppio ambito di applicazione: a livello di soggetto e a livello di prodotto e diverse modalità di attuazione, ossia tramite la pubblicazione di informazioni sul sito internet della società, nell’informativa precontrattuale dei prodotti e nelle comunicazioni periodiche. Le informazioni oggetto della disclosure sono di due tipologie: quelle legate ai rischi di sostenibilità e quelle legate ai principali effetti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità (c.d. Principal Adverse Impact o PAI). Il SFDR, inoltre, fornisce importanti definizioni, tra cui quella di rischio di sostenibilità, ossia il rischio che i fattori ambientali, sociali o di governance (di seguito, ESG) incidano negativamente sul valore dell’investimento finanziario. Il SFDR, pertanto, richiede una progressiva integrazione di questi rischi nei processi di investimento e nella valutazione in tali processi degli effetti negativi sulla sostenibilità.

L’identificazione dei Rischi ESG

La Politica di Gestione dei Rischi di Reale Group stabilisce le linee guida per indirizzare l’attività di identificazione, valutazione, monitoraggio e mitigazione dei rischi, nonché la definizione dei limiti operativi, in coerenza con la propensione generale al rischio definita dal Gruppo. Tra i rischi identificati, i rischi connessi ai fattori ambientali, sociali e di buona governance (c.d. rischi ESG) sono definiti come i rischi di perdite finanziarie o reputazionali derivanti dagli impatti delle problematiche ambientali, sociali e concernenti il personale, il rispetto dei diritti umani e le questioni relative alla lotta alla corruzione attiva e passiva. I rischi ESG impattano le tipologie di rischio identificate e classificate nel framework di gestione e valutazione dei rischi, disciplinato nella citata Politica di Gestione dei rischi di Gruppo, in quanto ne possono modificare la frequenza e/o l’impatto nel breve e nel medio – lungo periodo.

La mappatura dei rischi ESG nella Dichiarazione non finanziaria e il raccordo con la valutazione top-down dei rischi di Gruppo

Nell’ambito della rendicontazione non finanziaria, Reale Group ha intrapreso un percorso volto all’identificazione dei rischi ESG connessi ai temi di sostenibilità: attraverso la collaborazione tra la Funzione di Gestione dei Rischi di Gruppo e la Funzione Sostenibilità di Gruppo, coinvolgendo le diverse funzioni operative, i rischi ESG vengono integrati nella valutazione complessiva dei rischi di Reale Group. Tra le metodologie di valutazione del rischio utilizzate dal Gruppo, la Macro Check List (valutazione top-down dei rischi) è lo strumento di auto-rilevazione attraverso il quale viene effettuata l’analisi del profilo di rischio – ad alto livello e in una logica di carattere strategico – con l’obiettivo di individuare eventuali cambiamenti da apportare alla categorizzazione dei rischi, anche in ragione della vendita di nuovi prodotti o dell’ingresso in nuovi mercati, cambiamenti tecnologi o organizzativi importanti. L’analisi dei rischi viene effettuata anche in ottica previsionale nel processo ORSA (Own Risk and Solvency Assessment)*, all’interno del quale, dal 2020, viene valutata la sostenibilità patrimoniale del profilo di rischio a fronte di un ipotetico aumento della frequenza dei sinistri causati da eventi atmosferici rispetto alle attese. Tra i rischi ESG così valutati, si annoverano i rischi connessi al tema materiale “Prodotti e investimenti responsabili”, identificati come eventi o condizioni di tipo ambientale, sociale o di governance che, qualora si materializzassero, avrebbero un significativo impatto negativo, effettivo o potenziale, sul valore dell’investimento.

I fattori e i rischi ESG correlati nella politica in materia di investimenti sostenibili

La Politica in materia di investimenti sostenibili (di seguito, Politica in materia di investimenti responsabili o SRI) formalizza gli impegni nell’integrazione e valutazione dei fattori ESG nella gestione degli investimenti, al fine di integrare l’analisi finanziaria con informazioni di carattere ambientale, sociale e di governance. La Politica SRI è applicabile a tutti i portafogli investimenti mobiliari delle Società del Gruppo, includendo, pertanto, le Gestioni Separate, con esclusione degli investimenti della classe D di bilancio (c.d. investimenti unit-linked, piani individuali pensionistici unit-linked e il Fondo Pensione Aperto Teseo). Con questo documento, il Gruppo riconosce come i fattori ESG e lo studio dei rischi ad essi correlati generino un impatto positivo sulla collettività, contribuendo allo sviluppo sostenibile, e favoriscano il perseguimento di risultati finanziari positivi nel lungo periodo. In linea con la Strategia di Sostenibilità del Gruppo, nella selezione e gestione degli investimenti si applica un approccio finalizzato a integrare le considerazioni di carattere finanziario con un’attenta valutazione degli investimenti nelle loro implicazioni di carattere sociale e ambientale, in base a criteri che soddisfino requisiti di eticità e responsabilità sociale. Si allarga quindi il campo della tradizionale analisi finanziaria integrando i fattori ESG nella selezione degli investimenti, al fine di migliorare il rendimento nel lungo termine, mitigando i rischi ESG e identificando le opportunità di investimento create o sostenute dalla transizione verso la progressiva applicazione di criteri di screening ESG. L’approccio è differenziato in base alle diverse asset class: obbligazioni governative, obbligazioni corporate e azioni, OICR. A ciascun asset viene assegnato un ESG Score proprietario, profilato sulla Strategia di Sostenibilità di Reale Group ed elaborato utilizzando provider esterni, pubblici e affidabili. Nella classificazione dei propri prodotti, pertanto, Reale Group considera dotati di “caratteristiche ambientali e sociali” ai sensi dell’art. 8 SFDR, i prodotti di investimento assicurativo e i fondi pensioni che hanno come sottostante le Gestioni Separate. A questi, si aggiunge il Fondo Pensione Aperto Teseo gestito, sin dal 2006, adottando criteri SRI, in linea con i valori mutualistici che contraddistinguono Reale Group

La considerazione dei principali effetti negativi degli investimenti sui fattori ESG

  • Politiche relative all’individuazione e descrizione dei principali effetti negativi Reale Group comprende la rilevanza che le scelte di investimento, proprie e dei suoi Soci-clienti-assicurati, possono avere sui fattori di sostenibilità e, tramite la Politica in materia di investimenti sostenibili e il proprio sistema di scoring ESG, ha iniziato a considerare gli effetti negativi su tali fattori di sostenibilità, sia attuali che potenziali. Reale Group sta intraprendendo un percorso volto a rafforzare i dati necessari per meglio presidiare i principali effetti negativi delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, considerando sia le evoluzioni tecnologiche e di mercato sia la normativa entrante, al fine di adottare strumenti sempre più efficaci per migliorare i processi di rilevazione, analisi e presidio.
  • Politica di impegno ai sensi della direttiva 2007/36/CE La Politica di impegno di Reale Group descrive le modalità con cui si monitorano le società quotate partecipate su questioni rilevanti, compresi la strategia, i risultati finanziari e non finanziari nonché i rischi, la struttura del capitale, l’impatto sociale e ambientale e il governo societario, si dialoga con le società, sono esercitati i diritti di voto e altri diritti connessi alle azioni, si collabora con altri azionisti, si comunica con i portatori di interesse e sono gestiti gli attuali e potenziali conflitti di interesse in relazione al loro impegno.
  • Codici di condotta e iniziative internazionali Reale Group riconosce la rilevanza del ruolo di principi e standard condivisi a livello internazionale che possano rafforzare il suo approccio di investitore sostenibile e responsabile:
    • supporta, con la propria Strategia di Sostenibilità, gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite;
    • dal 2017, aderisce ai Global Compact delle Nazioni Unite, iniziativa nata per incoraggiare le aziende di tutto il mondo ad adottare politiche sostenibili e per rendere pubblici i risultati delle azioni intraprese, approcciando secondo dieci principi nelle aree dei diritti umani, lavoro, sostenibilità ambientale e anti-corruzione;
    • monitora i propri impatti ambientali diretti attraverso un sistema di gestione strutturato e volto al miglioramento continuo degli stessi secondo la norma internazionale UNI EN ISO 14001 esteso a tutte le società italiane e spagnole di Reale Group nel 2017;
    • partecipa a progetti con i partner di EURAPCO (European Alliance Partners Company) e di AMICE (Association of Mutual Insurers and Insurance Cooperatives in Europe);
    • attraverso Reale Foundation, la Fondazione corporate di Reale Group, implementa attività progettuali principalmente rivolte alla gestione e prevenzione delle malattie croniche, all’integrazione socio-economica dei giovani appartenenti a categorie sociali deboli e alla resilienza ai rischi generati da catastrofi naturali delle comunità nelle quali il Gruppo è presente ed opera. Reale Foundation lavora per tramite di un Comitato Operativo e di un Patronato composti da rappresentanti delle Imprese del Gruppo che hanno rispettivamente il ruolo di proporre e validare i programmi e i progetti. Vi è inoltre un Comitato Probiviri, il cui ruolo è quello di assicurare l’allineamento delle attività di Reale Foundation ai principi etici e agli obiettivi di sostenibilità che guidano Reale Group.

L’integrazione di obiettivi di sostenibilità nelle politiche di remunerazione

La sostenibilità è parte integrante e fondamentale nella definizione delle Politiche di Remunerazione del Gruppo, che si basano su meccanismi retributivi sani, corretti e trasparenti. La Strategia di Sostenibilità integra, già da quest’anno, il progetto ESG metrics in remuneration: un sistema di correlazione della remunerazione variabile al raggiungimento di obiettivi ESG e di sostenibilità. In particolare, il Gruppo è focalizzato su un processo di sviluppo di un sistema di valutazione che consenta la correlazione della remunerazione variabile al raggiungimento di obiettivi ESG. Già dalle valutazioni 2021 le schede obiettivo individuali avranno una nuova distribuzione dei pesi, con una maggiore enfasi dedicata agli obiettivi di soddisfazione delle aspettative di alcune categorie di stakeholder (interni ed esterni), nonché al raggiungimento di obiettivi strategici, con impatto sociale o ambientale e legati a innovazione e trasformazione.

Parlane con noi

Vuoi ricevere maggiori informazioni o un preventivo personalizzato?
Contattaci, ti offriamo una consulenza mirata individuando
le soluzioni più adatte e convenienti alla tua situazione.


Scopri come possiamo aiutarti: fissa il tuo appuntamento telefonico, online o dal vivo.

I campi con contrassegnati con (*) sono obbligatori




Invia
DICONO DI NOI

SCOPRI IL MONDO AGORASS ATTRAVERSO LE TESTIMONIANZE DI CHI SI È RIVOLTO A NOI

La Consigliera della Salute è impeccabile, cortese e attenta alle mie esigenze.
Fabrizio R.
Massima sicurezza, assistenza e serietà.
Alba C.
Molto soddisfatta. Non c'è motivo per cui non dovrei consigliarla.
Paola A.
Disponibilità e professionalità da parte dell'agente di vendita.
Fabio S.
Chiarezza e professionalità nella gestione della perizia, sia nelle fasi antecedenti che successive.
Rita A.
Molto professionali, molto veloci, molto cortesi, mi trovo benissimo.
Gennaro P.
Ho trovato cortesia, disponibilità e competenza.
Mia M.
Risposta veloce, consigliera molto chiara nello spiegare procedure e dettagli, ed accortezza nello assicurarsi che tutto sia andato come doveva andare. Servizio perfetto!
Ciro O.
Sono un cliente da diverso tempo e il mio agente è una persona seria e affidabile. In tutti questi anni zero sorprese!
Giuseppe B.
Mi sono trovato benissimo. Personale molto gentile e preparato. Il mio agente è stato molto esaustivo nelle spiegazioni e mi ha seguito passo passo in tutte le fasi di sottoscrizione della polizza.
Jeffrey G.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER AGORASS

Ricevi in esclusiva le ultime notizie e tanti consigli pratici sulla tutela del reddito, sul risparmio, sulla protezione di casa, famiglia e impresa.

l’informativa privacy